Quanto costa una batteria elettronica

quanto costa una batteria elettronicaNell’articolo di oggi andremo a scoprire insieme quanto costa una batteria elettronica.

Quando si ha una passione sfegatata per la musica, diventa indispensabile prima o poi desiderare di acquistare uno strumento musicale in particolare: c’è chi compra una chitarra, chi invece un pianoforte, chi, ancora, un violino e chi, infine, una batteria elettronica.

Quale marca scegliere?

Se siete alle prime armi, meglio optare per qualche marca economica, ma non per questo non di ottima qualità (tipo alesis dm6 che, a parere nostro, è veramente la migliore tra quelle che hanno lo stesso prezzo).

Se, invece, desiderate comprare qualcosa più di qualità e per professionisti, meglio optare per marchi, tipo: Yamaha o Roland, anche se quest’ultimo può raggiungere cifre stratosferiche.

Meglio usata o nuova?

Basterebbe fare un giro sul web per rendersi conto che ci sono veramente tantissime occasioni per quanto riguarda le batterie elettroniche usate: naturalmente potrete trovare alcune ben messe, altre in pessimo stato. Tutto dipende da quelle che sono le vostre esigenze e, soprattutto, dal vostro budget.

Online potete trovare batterie elettroniche anche a 200-300 euro, una cifra abbordabile soprattutto se siete all’inizio e non sapete neanche se questa passione aumenterà o si fermerà sul nascere.

Quali fattori incidono sul prezzo?

I fattori che incidono sul prezzo sono:

  • Il marchio;
  • La qualità;
  • La tipologia di pad;
  • Qualità sonora che si ottiene.

I pad altro non sono che dei tamburi muti che vanno a sostituire i piatti e i tamburi.

Quanto costa una batteria elettronica?

Stabilire quale sia mediamente il prezzo di una batteria elettronica non è una cosa semplice. Tutto dipende dall’utilizzo che se ne vuole fare (amatoriale o professionale) e dal budget di cui si dispone.

Generalmente una batteria elettronica costa dai 380-400 euro ai 6000 euro o poco più. Se avete intenzione di spendere di meno, affidatevi a dei siti di compravendita e acquistatene una già usata ma che sia, allo stesso tempo, messa in buone condizioni.

Commenta qui se non usi Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *