Quanto costa una lavastoviglie

quanto costa una lavastoviglieNel post di oggi andremo a scoprire insieme quanto costa una lavastoviglie.

Tra tutti gli elettrodomestici, quello che le donne preferiscono maggiormente è sicuramente la lavastoviglie. Si tratta di un aiutante validissimo in cucina, soprattutto quando capita di avere ospiti a casa e, dopo il pranzo o la cena, non si ha proprio voglia di mettersi a lavare piatti, posate e pentole varie.

Conviene acquistarla oppure no?

La risposta,come sempre, è dipende. Dipende, infatti, da:

  • Quanto consuma;
  • Quanto detersivo necessita per ogni lavaggio;
  • Quanto costerebbe, eventualmente, ripararla;
  • La classe energetica.

E’ proprio su quest’ultimo punto che vorremmo soffermarci maggiormente. Per evitare di consumare troppa corrente, sarà necessario acquistare una lavastoviglie che sia, al tempo stesso, economica e che appartenga alla classe energetica A o, meglio ancora, AAA. Così facendo andrete a risparmiare in bolletta sia per quanto riguarda i consumi di corrente, di acqua e di efficienza di asciugatura.

Quali sono i marchi migliori?

Sicuramente Candy, Indesit, Bosch, Beko, Electrolux, Ignis, Whirpool, Miele, Smeg, Fulgor e Hotpoint Ariston. Sconsigliamo vivamente di affidarvi a marchi stranieri dei quali non si conosce veramente nulla.

Consuma molto?

Dipende: se acquisterete una lavastoviglie appartenente alla classe energetica A, A+, AAA, AAA+, ecc. il consumo sarà veramente minimo e i risultati saranno perfetti. Se, invece, vi affiderete ad una lavastoviglie diversa da quella sopra descritte, è naturale che il consumo sarà maggiore.

Quanto costa una lavastoviglie?

Il prezzo di una lavastoviglie dipende da diversi fattori: primo fra tutti il marchio, e dunque la qualità, poi il numero di coperti, poi il materiale di cui è composta, la potenza e le funzionalità.

In linea di massimo il costo di un elettrodomestico del genere va dai 180 euro circa (tipo la Beko, Candy o Sekom) ai 1500 euro circa (come Miele, Smeg e Fulgor, le cui funzionalità vanno ben oltre quella che è la nostra immaginazione).

Commenta qui se non usi Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *